IL CIBO IN CROCIERA

Malaga, cadige, lisbona vigo queste le suggestive città della penisola iberica che ho avuto il piacere di visitare nelle scorse settimane. Bellissimo viaggio a bordo di una delle splendide navi della MSC, compagnia di navigazione italiana che mi ha dato l’opportunità di realizzare delle lezioni di cucina nella suggestiva cornice dei suoi saloni, lezioni realizzate per gli ospiti della nave POESIA…un nome quanto mai evocativo di questo meraviglioso viaggio …
La cucina come fil rouge di questo viaggio,:
la cucina delle lezioni che nei giorni di navigazione realizzavo per intrattenere gli ospiti della nave, la cucina italiana quella della tradizione così apprezzata dagli ospiti stranieri e tanto amata dagli italiani, tortellini, orecchiette, tiramisù, amatriciana, gnocchi,…queste le ricette più apprezzate
La cucina della nave, 10 giorni di stravizi culinari, tante deliziose tentazioni sapientemente cucinate e presentate a tutte le ore del giorno, dalla colazione del mattino al buffet di mezzanotte, dalla cene di gala alla merenda del pomeriggio,…impossibile resistere a tante golosità soprattutto quando vivi tutto questo come una continua coccola che qualcuno ha deciso di regalarti ogni momento della giornata.
La cucina dei luoghi che la nave ha toccato durante la crociera, la cucina che ho voluto “assaggiare” a lisbona, a cadige, a vigo, la ricerca delle tapas in una piovosa mattina a cadige, la sorpresa di un meraviglioso tortino di polpo e patate… il religioso silenzio con cui giovanna, tiziana ed io abbiamo gustato, letteralmente rapite, questo semplice e delizioso piatto…ma non ci siamo sottratte neanche al fascino di tutte le altre delizie che si sono susseguite sulla nostra tavola…dalla pioggia di cadige al sole caldo di lisbona, la bella lisbona, la sontuosa lisbona, la golosa lisbona, …obbiettivo dichiarato, neanche a dirlo il baccalà, il bacalau, come lo chiamano i portoghesi.
come spesso capita quando non si “mastica” una lingua per un’incomprensione con il cameriere ci siamo viste portare un piatto diverso da quello immaginato…che dire! Senza parole! Un baccalà strapazzato con uova, patate, pancetta, … goduria maxima! Al caldo sole della rua di belem sedute in una trattoria ci siamo gustate questa delizia accompagnandolo con un bicchiere di vinho verde ben freddo…
non paghe di questo stravizio prima di rientrare sulla nave e sempre sulla stessa rua de belem abbiamo fatto una sosta (ed anche una lunga coda) ad una famosa pasticceria per gustare un particolare dolce che ci avevano raccomandato di assaggiare, un cestino di sottilissima pasta sfoglia ripieno di crema, mangiato tiepido è veramente eccezionale.

Leave a reply